Respirazione Consapevole

aMindfulness significa consapevolezza o presenza mentale.
Adottare la meditazione significa allenare la propria mente a vivere l’esperienza nel momento presente in modo non giudicante tramite pratiche di attenzione al respiro e alle sensazioni corporee, di movimento in consapevolezza.

Con la Mindfulness è possibile migliorare l’equilibrio emotivo, la capacità di sintonizzazione con gli altri e l’empatia, ma anche alleviare ansia, depressione, dolore cronico, come dimostrano studi scientifici.

La respirazione consapevole inizia con il riconoscimento della tendenza a inserire il “pilota automatico” nella nostra vita mentale quotidiana, e ha l’obiettivo di cominciare a prendere consapevolezza delle modalità di attivazione del circolo emozioni-pensieri-comportamenti che conducono a difficoltà, per formulare e scegliere modalità che permettano di raggiungere condizioni di maggiore benessere psico-fisico.

Sviluppare la capacità di osservazione, il distanziamento dai nostri stati mentali, sensoriali ed emotivi, aumentare la nostra consapevolezza e la capacità di gestione delle emozioni. Questi sono fra gli elementi principalmente implicati nei processi di cambiamento e benessere della pratica.

Gli obiettivi sono:

  • sviluppare la concentrazione;
  • diventare consapevoli delle proprie esperienze, pensieri, sensazioni corporee ed emozioni;
  • osservare e comprendere le proprie modalità automatiche;
  • imparare a gestire in maniera efficace lo stress e le emozioni difficili (rabbia, ansia, tristezza);
  • coltivare una modalità non giudicante;
  • acquisire la capacità di scegliere la risposta più efficace;
  • prendersi cura di se stessi.

I nostri stati emotivi sono profondamente correlati con il modo in cui respiriamo. Il respiro consapevole può aiutarci ad attraversare le emozioni, le sensazioni e se accettiamo le nostre emozioni, acquisiremo maggiore fiducia in noi stessi.